Fumetto Primo Amore

TEX E BLEK ALLA RIBALTA

di  Andrea Rognoni

Intramontabili. I due simpatici giustizieri del Nord America son destinati a vivere sempre.

E ogni tanto tornano di moda.

A Tex e dedicata in questi giorni una bellissima mostra a Milano (fino al 27 gennaio 2019) in occasione dei suoi primi settant’ anni, mentre l‘ inconfondibile figura di Blek il Gigante, accompagnata come sempre da Roddy e dal professor Occultis, viene rilanciata da una iniziativa della Gazzetta dello Sport, in chiave di gradito supplemento, fino alla estate di fine anni Dieci.

Eravamo ragazzi, noi (come cantava Bosè) del Cinquantasei, e ci deliziavamo degli stupendi "poffarbacco!" che commentavano le imprese del mitico Trapper contro le antipatiche Giubbe Rosse. E seguivamo il Ranger fino a rischiare la morte (per le sculacciate di mamma che ci chiedeva di venire a mangiare abbandonando gli amati fumetti). Topolino, forse, ci sembrava troppo surreale.

SCIPIO e LA FOIA REPRESSIVA

di  Marco Peretti

L' elmo di SCIPIO al  centro dell’ ultimo Martin Mystere,  numero due della nuova serie “Le nuove avventure a colori” in tutte le edicole, creata dai cosiddetti Mysteriani,  inedita appassionata  generazione ispirata ad Alfredo Castelli ma autonoma nelle risoluzioni.

Il Buon Vecchio Zio Martin scopre la voglia di repressione che sta dietro il simbolo legato all’ elmo di SCIPIO,  si’, proprio quello della inno di Mameli che schiavizzo’ Italia e mondo mediterraneo. Stavolta della avidità degli antichi romani si impossessano  i nazisti o meglio degli zombie sopravvissuti alla fine della svastica e destinati a perpetrare le mene repressive della odiosamata Urbe per l' eternita’.

Ma vi è di mezzo anche la famosa Battaglia di Anghiari commissionata al più esoterico dei pittori, Leonardo.

Tenuta grafica non sempre perfetta ma l’ idea di una Nazilandia posizionata nel 2016 presso l' abbazia graalica di San Galgano e’ destinata a sedurre anche le menti meno lascive in fatto di occultismo e ucronia .